Voi siete qui

Equini: allevamento, comportamento e benessere

Equini: allevamento, comportamento e benessere


I cavalli sono stati domesticati più di 4000 anni fa e nel corso della storia hanno contribuito al successo delle civiltà che ne hanno fatto uso: hanno permesso all’uomo di trasportare, cacciare, coltivare, combattere, fare sport e, più recentemente, si sono dimostrati un valido supporto nella riabilitazione dei soggetti diversamente abili e dei detenuti nelle carceri. Ancora oggi il 75% della forza motrice nei paesi in via di sviluppo è garantita dalla trazione animale, inclusi gli equini che vengono impiegati anche in molti lavori agricoli.

Nel patrimonio zootecnico italiano, l’allevamento equino rappresenta un settore importante per consistenza e per qualità. L’ interesse per l’utilizzo sportivo, ricreativo e sociale del cavallo rendono opportuno approfondire le ricerche per individuare le condizioni gestionali più adeguate, per migliorarne il livello di benessere e aumentarne le performances.

Le ricerche sul comportamento e sul benessere degli equini condotte presso la sezione di Zootecnica Veterinaria del DSA vertono principalmente sui seguenti argomenti:


Valutazione del benessere

L’obiettivo principale di queste ricerche è salvaguardare il benessere degli equini e fornire agli studenti strumenti utili per raggiungere questo scopo.
In particolare sono stati effettuati studi relativi a:

  • Indagini con questionari, schede e test di reattività sugli impianti di detenzione di equini per verificarne le condizioni di gestione ed ottenere informazioni sul livello generale di benessere.
  • Valutazione delle possibili relazioni esistenti tra fattori gestionali, patologie sviluppate, parametri fisiologici e reattività comportamentale dei cavalli.
  • Osservazioni comportamentali: l’osservazione del comportamento è particolarmente importante per determinare lo stato di benessere in rapporto alle condizioni ambientali. Per la registrazione del comportamento e della sua successiva analisi ci si è avvalsi di videocamere e di “Observer”, un sistema software-hardware per la raccolta e l’analisi del comportamento.
  • Individuazione e analisi di indicatori di benessere innovativi tra cui l’heart rate variability (un indicatore della funzionalità del sistema nervoso autonomo) e la valutazione qualitativa del comportamento (un metodo di analisi del comportamento derivato dalle tecniche di analisi sensoriale).

Problemi comportamentali

Sono state svolte ricerche su:

  • Diffusione dei disturbi comportamentali nei cavalli adibiti a discipline diverse in relazione ai sistemi di stabulazione e alla gestione d’allevamento.
  • Parametri fisiologici ed immunitari in cavalli normali e con stereotipie.

Riabilitazione Equestre

Negli ultimi anni l’impiego di animali nelle terapie riabilitative e nei programmi educativi ha suscitato notevole attenzione e l’utilizzo del cavallo nella riabilitazione non costituisce un’eccezione.
Le ricerche sono finalizzate alla valutazione delle risposte fisiologiche e comportamentali di cavalli impiegati in programmi di riabilitazione equestre in relazione al tipo di lavoro svolto ed alla reattività del paziente.


Studio della reattività

Sono stati effettuati studi sulla:

  • Reattività di cavalli di differenti razze e durante differenti momenti gestionali.
  • Test comportamentali per conoscere la reattività verso l’uomo di cavalli sottoposti a diverse condizioni di gestione.

Apprendimento

Il cavallo è senza dubbio una specie a cui si richiede una costante e continua capacità di apprendimento in funzione delle varie attività in cui viene utilizzato. E’ in corso una ricerca sulle risposte comportamentali e fisiologiche di un gruppo di cavalli durante l’apprendimento di uno stimolo visivo discriminativo.


Personale coinvolto

Le immagini riportate sono state scattate dagli studenti durante alcune delle ricerche effettuate. Li ringraziamo vivamente.